ATIAINNOVAMBIENTE

IL PROGETTO – ISTRUZIONI PER L’USO

Nell’ambito dell’azione di rinnovamento che l’Associazione Tecnici Italiani per l’Ambiente ATIA ISWA Italia ha deciso di attuare, un posto di primaria importanza rivestono le iniziative sull’innovazione.

L’Associazione ha infatti deciso di attivare ATIAINNOVAMBIENTE: un’iniziativa coordinata da un Gruppo di lavoro, che avrà il compito di esaminare le idee innovative nel settore, accompagnandole nel percorso di trasformazione da “idea” a “realizzazione industriale”.

Una apposita Commissione esaminerà le “idee innovative per l’ambiente” pervenute nel corso dell’anno, selezionando quelle che:

  • possono avere ricadute positive in termini di riduzione degli impatti;
  • consentono una rapida industrializzazione;
  • risultano economicamente sostenibili;
  • risultano realmente innovative.

Sono ammesse a partecipare tutte le idee che riguardano i settori:

  • ciclo di produzione di beni;
  • sfruttamento delle risorse naturali;
  • realizzazione di opere di significativo impatto ambientale;
  • gestione dei rifiuti;
  • bonifiche dei terreni contaminati;
  • trattamento delle acque;
  • trattamento delle arie esauste e depurazione dell’aria;
  • produzione, trasporto e stoccaggio dell’energia;
  • individuazione di nuove fonti di energia;
  • trasporti e mobilità;
  • altri settori che hanno direttamente o indirettamente impatti sull’ambiente.

ATIA ISWA Italia, sfruttando le competenze dei propri Associati, accompagnerà gli Innovatori (singoli oppure imprese) fornendo un servizio che, a seconda dei casi, consisterà in:

  • accompagnamento nella trasformazione da idea a realizzazione pratica;
  • individuazione della migliore forma di tutela intellettuale;
  • contatto fra gli innovatori e le imprese per la fase prototipale e di industrializzazione;
  • diffusione dell’innovazione a livello nazionale ed internazionale favorendo il collegamento con altre realtà europee;
  • individuazione delle forme di finanziamento per l’innovazione a livello statale o comunitario.

Per questo servizio verrà definita una quota di partecipazione alle spese da parte del proponente.

La Commissione ATIA ISWA Italia esaminerà le domande e le dividerà in tre categorie.

  1. Idea originale accompagnata da uno studio completo di fattibilità tecnica nonché da analisi economica costi/benefici relativa almeno alla fase di pre-industrializzazione; in questa categoria rientrano anche le realizzazioni prototipali che però devono avere in accompagnamento i due studi tecnico ed economico.
  2. Idea originale accompagnata dallo studio di fattibilità tecnica e da una analisi semplificata dei costi e dei benefici attesi.
  3. Innovazioni costituite dalla sola idea originale.

Per ciascuna categoria si formerà una graduatoria (aggiornata annualmente) con l’individuazione di un ordine di merito definito dall’attribuzione di un punteggio su 5 parametri:

  1. a) originalità dell’idea;
  2. b) valutazione tecnica;
  3. c) valutazione economica;
  4. d) sostenibilità e/o miglioramento ambientale;
  5. e) tempi necessari per l’attuazione.

Ogni anno alle prime 24 idee (8 per ciascuna categoria) verrà garantita la pubblicità nel sito e nei media che collaborano con ATIA ISWA Italia a partire dalla fine del 2017.

Alle prime 3 classificate, verrà inoltre consegnato un riconoscimento formale con attestato di merito appositamente predisposto da ATIA ISWA Italia.

Le idee innovative devono pervenire entro il 31 ottobre di ogni anno all’indirizzo: atiainnovambiente@atiaiswa.it esclusivamente attraverso la compilazione del format riportato di seguito.

ATIA ISWA Italia tutelerà e garantirà la riservatezza delle idee innovative nelle forme di legge; si raccomanda, tuttavia, di non inserire dati particolarmente sensibili o elementi che possano inficiare una eventuale successiva procedura di tutela mediante brevetto.

ATIA ISWA Italia si impegna al trattamento dei dati nel pieno rispetto delle normative sulla privacy, ma non assume responsabilità in caso di danni di qualunque natura né al proponente né a terzi conseguente alla partecipazione alla procedura e/o alla realizzazione dell’idea.

L’ideatore si rende sin d’ora disponibile ad inviare ulteriori integrazioni a richiesta di ATIA ISWA Italia nonché ad un incontro presso la sede dell’Associazione, per meglio chiarire la documentazione inviata.

SCARICA IL MODULO DI RICHIESTA CLICCANDO SUL PDF QUI DI SEGUITO: